Tempo libero > Intrattenimento

This is Halloween, Halloween!

La festa di Halloween è più sentita in alcuni paesi piuttosto che in altri. I paesi nordici sono molto affezionati a questa festa, anche perché i carnevale da loro è una festa o poco sentita inesistente. E' dunque l'unica vera festa in cui ci si può mascherare e divertirsi con travestimenti e cerone. Se all'estero il 31 ottobre è molto festeggiato, così non è in Italia, soprattutto nelle piccole città. Ma nelle grandi metropoli invece sempre più spesso possiamo vedere bambini intenti nel “dolcetto scherzetto” o feste per adulti in maschera, portati in auge anche dalla cultura americana arrivata attraverso telefilm e cinema.
Festeggiare Halloween Roma o a Milano è, ormai, diventata una consuetudine, anche se ogni anno in tv esui media si ripete lo stesso dibattito, ossia se sia giusto “importare” feste estere e ci si chiede se si tratti di omologazione oppure semplice scusa per festeggiare e divertirsi in modo alternativo.
Giusto o no, i giovani festeggiano Halloween, anche se i travestimenti sono molto ridotti rispetto a quelli anglosassoni: come abbiamo detto infatti, i paesi nordici ed anglosassoni non festeggiano il carnevale, dunque per Halloween ogni travestimento è concesso. Da noi invece, il 31 ottobre ci si traveste da qualcosa che ricordi il mondo dei morti, del paranormale e della paura.
Make-up macabri, travestimenti tetri, tutto deve ricordare qualcosa di sovrannaturale che siano streghe o fantasy, mostri o folletti, fantasmi o personaggi ispirati al mondo della letteratura noir e fantasy.

Ecco i trucchi più facili da riprodurre:

Innanzitutto il Vampiro, quello che va più forte. Che sia Dracula o una vampira sexy, la base del trucco deve riprodurre un volto cadaverico, smunto, emaciato e pallidissimo. Esaltate le occhiaie e cerchiate di nero gli occhi, tentando di assomigliare il più possibile ad un teschio. Per gli occhi uno smokey grigio, nero o viola ben fatto è l’ideale per esaltare lo sguardo vampiresco. Per la bocca usate un rossetto viola o bordeaux con qualche rivolo di sangue finto e lunghi denti canini.

Un personaggio che va molto di moda negli ultimi anni, grazie alla popolarità raggiunta da alcuni show, è lo zombie, quindi sbizzarritevi con cicatrici, arti sanguinolenti e marcescenti. Come fare?  fazzoletti di carta, colla per trucchi (o anche vinavil, ma da usare con attenzione) e pazienza. Gli occhi possono essere esaltati con lenti a contatto colorate, preferibilmente azzurro veramentechiaro,  trucco dark di colore grigio o nero, con profonde occhiaie. Il colorito verdastro si può ricavare con gli appositi trucchi teatrali in commercio e ovviamente abiti stracciati e sporchi.

E poi l'evergreen, la strega e il diavoletto: sono i trucchi più usati dalle ragazze che vogliono travestirsi ma rimanere sexy: basteranno un cappello e delle corna e poi dei vestiti scuri, se volete rimanere sobrie. Se invece volete farvi notare pensate a parrucche lunghe bianche, nasi bitorzoluti e mantelli..


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Avere un telo sport

  Quando si fa sport in piscina o palestra ci vuole poi un bel telo sport per asciugarsi a dovere.
I teli sono oggi di tante forme e tessuti ma i più richiesti sono sempre quelli in spugna seguiti dalla microfibra, un nuovo e moderno tessuto sintetico molto assorbente e leggero, utilizzato anche per i panni per le pulizie dato che le sue fibre si è visto catturano molto bene le particelle di sporco se passate sulle superfici da pulire.
Questo tel [...]

Continua a leggere

Cos'è il brunch?

Scopriamo insieme cos'è questo particolare tipo di colazione diffuso ormai in tutto il mondo!

In Italia negli ultimi anni sono state adottate numerose tradizioni provenienti dall’estero e tra queste troviamo sicuramente il brunch, che viene ospitato in importanti locali come l’Os Club a Roma.
Il brunch è di origine anglosassone e deriva dall’unione lessicale tra il breakfast(la colazione) e lunch (il pranzo).
Negli Stati Uniti quella del brunch è una tradizione antica che risale a circa duecento fa, poi si estesa anche  nel Nord America e [...]

Continua a leggere

GLI ANNI SETTANTA E UN AMORE CHE SFIDA LE REGOLE: ECCO “LA DONNA DI PICCHE”.

E' on line il trailer del secondo film del regista Renzo Sovran

C'è una storia d'amore, bella, intensa, forte, c'è una sfida alle convenzioni sociali dell'epoca...
ma c'è anche molto altro nel film “La donna di picche” e ogni spettatore lo potrà scoprire da sè E' infatti on line il trailer della nuova fatica del regista Renzo Sovran, alla sua seconda prova nella direzione di un lungometraggio.
Si tratta però, va detto, di una "fatica" affrontata con entusiasimo e passione non solo dal regista udinese ma anche [...]

Continua a leggere