Economia e Lavoro > Finanza

Trading online: il 2016 sarà l'anno delle materie prime?

Quello che si appresta a finire è stato un anno davvero ricco di colpi di scena, dal punto di vista finanziario. Un anno molto importante dove si sono dovute affrontare problematiche tutt'altro che indifferenti per chi si occupa di trading online. Pensiamo, ad esempio, alla crisi della Greca, che ha rischiato per ben 2 volte di uscire dall'euro, o alla crisi in medio oriente o, ancora, alla crisi del petrolio. Si tratta di contesti davvero molto difficili da interpretare e, proprio per questo, molto complessi per chi si occupa di trading on line e di finanza in generale. Investire i propri risparmi in un momento come quello che stiamo attraversando richiede una forte propensione al rischio e una spiccata capacità di guardare al futuro. Volendo guardare al 2016, ad esempio, si potrebbero trovare molto interessanti le materie prime. In ottica di medio e lungo periodo, infatti, il petrolio ha delle ottime possibilità di rivalutare il proprio valore. L'oro nero, infatti, potrebbe riservare delle interessanti sorprese dal punto di vista degli investimenti finanziari. Secondo il sito specializzato Tradingonlineguida.com , infatti, già nel corso del prossimo anno si potrebbero rivedere prezzi superiori ai 50 dollari al barile. Ovviamente per assistere ad un vero e proprio recupero bisognerà attendere almeno il 2017, quando eventuali tagli alla produzione giornaliera avranno contribuito a diminuire le scorte in magazzino. Insomma, per chi fa trading online il 2016 potrebbe essere l'anno d'oro delle materie prima. Anche il gas, così come oro e argento, potrebbero dare vita a degli interessanti rialzi. L'oro, in particolare, merita un discorso a parte per via della sua funzione di bene rifugio (funzione che negli ultimi anni è un po venuta meno ma non è da escludere un'inversione di tendenza). Per quanto riguarda il gas, invece, occhi puntati sulla crisi in Ucraina. Qualora si riuscisse ad arrivare ad una risoluzione pacifica sulle piattaforme di trading si avrebbe un forte incremento degli scambi su questa fondamentale materia prima. Un altro aspetto da tenere presente è quello relativo all'euro. Oggi fare trading online significa, anche, avere una visione a 360 gradi di quello che accade nel mondo. Proprio per questo è fondamentale comprendere che la crisi della moneta unica può influenzare, in maniera indiretta, anche l'andamento di alcune materie prime, tra cui oro e petrolio. Ma al di la del trading, è molto importate comprendere che da oggi in po l'influenza della finanza sull'economia reale sarà sempre


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Il no profit dalle organizzazioni all’economia solidale

Le organizzazioni no profit e l’economia solidale

Il no profit è detto di una società, di un’istituzione o di una fondazione che fornisce servizi a livello sociale, non appropriandosi degli utili che ricava dalle sue attività, ma assegnandoli ad altri progetti sempre a vantaggio della comunità.
Queste attività fanno parte del terzo settore, a cui nella società di oggi si dà molta importanza.
Agire senza scopo di lucro è visto come un ideale nobile, che vuole mettere a disposizione della società [...]

Continua a leggere

Investimenti finanziari pianificati per un minor rischio

Chi non vorrebbe guadagnare buone somme di denaro rischiando poco, se non quasi nulla del proprio capitale? Sembrerebbe un racconto di fantascienza, ma così non è ...
  Il 2017 è l'ennesimo anno in cui si conferma la crisi economica, ma quale sono in realtà le possibilità d'investimento? Purtroppo, anche il 2017, e le previsioni a medio e breve termine non smentiscono le tendenze, appare ancora una volta come anno transitorio.
tutt'ora pensare ad [...]

Continua a leggere

Lista dei paradisi fiscali meno rischiosi

I paradisi fiscali sono tutti quegli Stati che hanno deciso di adottare un regime di imposizione fiscale più basso o addirittura assente rispetto ad altri paesi.
In questo modo attirano una grande quantità di capitale estero assicurando in cambio una tassazione parecchio ridotta.
  Perché si sceglie un paradiso fiscale Oltre ad avere una bassa imposizione fiscale, la convenienza di stabilire la propria azienda in uno dei cosiddetti paradisi fisca [...]

Continua a leggere