Servizi

Trasporto merci pericolose: tutto quello che c’è da sapere

Non tutte le merci con cui entriamo a contatto ogni giorno sono uguali. Alcune vengono definite “pericolose” proprio in virtù del rischio che corrono operatori, trasportatori e destinatari nel maneggiarle in maniera scorretta. Ecco perché a livello internazionale si è deciso di introdurre alcune regole in materiale di imballaggi ed etichette che permettono di distinguere le merci pericolose dalle altre.

 

Quali sono le merci pericolose?

Tra le merci che ogni giorno affrontano lunghi viaggi per arrivare a destinazione, possiamo identificare come “pericolose” alcune classi specifiche. Tra le altre, possiamo citare:

  • Gas (infiammabili e non infiammabili)
  • Gas tossici
  • Esplosivi
  • Comburenti
  • Materie infettanti (pensiamo alle analisi del sangue)
  • Materie radioattive
  • Materie corrosive

 

Cos’è l’ADR?

European Agreement concerning the international carriage of Dangerous goods by Road, questo il nome per intero dell’ADR, la regolamentazione a livello internazionale per chi si occupa del trasporto delle merci pericolose su strada.

Obiettivo dell’ADR è scongiurare il pericolo di incidenti durante le operazioni di trasporto e spedizione. È chiaro che il fine ultimo è quello di salvaguardare quanto più possibile persone, cose e ambiente dal pericolo di contaminazione.

L’ADR, entrato per la prima volta in vigore a Ginevra nel 1957, viene aggiornato periodicamente ogni due anni.

 

Alcune specifiche per il trasporto delle merci pericolose

Uno degli aspetti a cui prestare maggiore attenzione sono gli imballaggi per il trasporto delle merci pericolose. Questi devono seguire attentamente la normativa in vigore. Tra le tipologie di imballaggi possibili, fatta eccezione per le merci della classe 1, 2 e 7, possiamo trovare sacchi, casse, barili e fusti.

Qualunque sia il tipo di imballaggio utilizzato, questo dovrà essere omologato superando tutte le prove in termini di resistenza, caduta, ed avere la marcatura ONU. Quest’ultima si compone di un codice alfanumerico che inizia con le lettere UN, seguite dal codice dell’imballaggio.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Condizionatore inverter e on-off: quale scegliere?

Per la refrigerazione industriale esistono due tipologie di condizionatori: la loro installazione dipende molto dalla tipologia di ambiente e dall'uso che se ne deve fare.

La scelta del giusto condizionatore non va sottovalutata, dato che esiste una vasta gamma di climatizzatori che presentano caratteristiche e funzionalità molto diverse tra di loro.
Per la refrigerazione industriale abbiamo due tipologie di dispositivi che possono andare bene a seconda del tipo di ambiente dove tale apparecchio verrà posizionato.
  Il condizionatore on- off La scelta di un condizionatore on- off è senza dubbio la più semplice ed e [...]

Continua a leggere

Adeline

Il salone di bellezza in zona Balduina

Il salone di bellezza di Adeline è leader nel settore della bellezza nella zona Balduina, si tratta di un centro estetico che non offre solo i migliori servizi professionali per prendersi cura dell'aspetto esteriore di ogni donna ma garantisce un'esperienza di relax senza paragoni.
La ricerca di un buon parrucchiere cui affidarsi per il taglio, la piega ed ogni altro genere di trattamento non è semplice, i capelli infatti sono il tratto distintiv [...]

Continua a leggere

La scelta della busta personalizzata

Fare Marketing attraverso le buste personalizzate

Forse non ci hai mai pensato, ma le buste personalizzabili sono il miglior strumento di marketing e comunicazione a disposizione della tua azienda.
In commercio se ne trovano davvero di tutti i tipi e c’è ampia scelta di materiali, colori e possibilità di personalizzazione.
Buste personalizzabili: un valido strumento di comunicazione Da quando sono nate, le buste personalizzabili si sono immediatamente caratterizzate per la capacità di raccontare [...]

Continua a leggere