Economia e Lavoro > Marketing

Viaggi bleisure: fanno bene ad aziende e dipendenti

C’è una nuova forma di viaggio lavorativo che sta interessando sempre più aziende: il viaggio bleisure. A metà tra un viaggio di lavoro e uno di piacere, piace ai dipendenti e fa bene alle imprese.

Per chi conduce una vita lavorativa sedentaria, viaggiare per lavoro è considerato un vantaggio, un plus che porterebbe addirittura 3 impiegati su 10 ad accettare un compenso più basso a fronte di una maggiore possibilità di viaggiare.

Molte aziende oggi hanno capito l’importanza del viaggio, non solo come strategia incentive e legata a qualche premio di produzione annuale. Incoraggiare i viaggi bleisure (neologismo che unisce le parole business e leisure), inoltre, è la chiave risolutiva per non far scappare la generazione dei millennials (nati tra il 1980 e il 2000), che solitamente si affeziona molto poco al posto di lavoro. La generazione dei millennials è anche la più adatta al viaggio bleisure, poiché è quella più propensa a sfruttare il viaggio di lavoro per ricavarsi l’opportunità di trasformarlo anche solo in parte in un viaggio di piacere.

Quello nato grazie ai viaggi bleisure è un turismo che unisce l’utile al dilettevole e che cambia decisamente le abitudini e i criteri di scelta delle destinazioni dei viaggiatori: a prevalere, infatti, sembra che saranno sempre di più le mete che offrono opportunità di business, oltre che di svago.

 

Perché ai dipendenti piacciono i viaggi bleisure

Il viaggio è da sempre motivo di crescita personale, oltre che di svago: ecco perché è sempre ben accetto, soprattutto quando è legato al lavoro. Le motivazioni più comuni alla base dei viaggi bleisure sono:

  • la volontà di ampliare il proprio bagaglio esperienziale: il lavoratore vuole vivere una nuova esperienza, approfittando del viaggio di lavoro per conoscere un posto nuovo;
  • la possibilità di incrementare la qualità del lavoro svolto: molti dipendenti sentono che aggiungere qualche giorno di vacanza alla trasferta lavorativa migliora la qualità del lavoro svolto;
  • la possibilità di migliorare il senso di appartenenza all’azienda: il bleisure migliora sia l’attaccamento al proprio lavoro che la soddisfazione professionale, influenzando così anche le performance finali.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Gianni Serra, professionisti nel marketing in Cina

CHI E' GIANNI SERRA Gianni Serra, nato nel 1962 a Lucca è, attualmente Amministratore Unico di GIANNISERRA Srl che si occupa di marketing efficace, attraverso strategie innovative che lui stesso, fin dal 1984 adottò.
Iniziò il suo cammino professionale negli anni 80, quando ancor giovane si impegnò ad organizzare fiere ed eventi, insediandosi nel campo della pubblicità, considerando che il settore a cui lui diede particolare importanza e, di cons [...]

Continua a leggere

Come la tecnologia può aiutare l’ imprenditore a migliorare la sua azienda?

Oggi la tecnologia e gli strumenti a disposizione delle aziende consentono di avere un maggior appeal sul mercato, grazie alla miglior esperienza di consumo offerta ai consumatori e alla possibilità di analizzare i dati per affinare sia le proprie strategie finanziarie che quelle di marketing.
Proprio per questo motivo, sono davvero numerose le grandi aziende che in questi anni stanno investendo tempo e risorse nella Business Intelligence e su tu [...]

Continua a leggere

Articoli promozionali: il valore aggiunto delle shopper personalizzate

Tra gli articoli promozionali, le shopper personalizzate sono tra i prodotti migliori per unire utilità e capacità di esposizione del brand.

La prima regola degli articoli promozionali è: “L’utilità crea visibilità”.
Infatti, se un gadget promozionale risulta utile, viene usato spesso e, se viene usato spesso, dà maggiore visibilità al logo dell’azienda.
Ecco perché è importante lo studio dell’articolo giusto.
  Per chi è in difficoltà a trovare una soluzione che garantisca questa qualità, un’opzione sempre valida è data dalle shopper personalizzate.
Proprio così, delle semplici borse [...]

Continua a leggere