Cucina > Vini

VINO: quali differenze tra biologico, naturale, biodinamico e “libero”?

Negli ultimi anni i vari dibattiti relativi alle varie tipologie di vini secondo le varie caratteristiche ha fatto scatenare gli esperti nel settore, associazioni ma soprattutto enologi, i quali vogliono a tutti i costi una legge italiana che metta fine a questa guerra terminologica poiché mette a repentaglio le idee dei consumatori.

Le etichette, infatti, non spiegano le caratteristiche che il prodotto presenta e proprio per questo motivo si parla di varie tipologie di vino da quello industriale, vino artigianale, biologico, naturale e biodinamico.

Sia per questo motivo, sia per la mancanza di una direttiva, i produttori di vini hanno dunque assegnato in maniera spontanea la definizione di naturale o biologico senza rendersi conto delle caratteristiche e differenze fondamentali di queste tipologie di vino.

Quali sono le principali differenze tra i vini?

Andiamo a vedere di seguito nel dettaglio quali sono le principali differenze tra il vino biologico, vino naturale, vino biodinamico e vino "libero".

Il vino biologico

Un vino viene denominato Biologico dal momento in cui proviene da uve biologiche al 100% ma che soprattutto sono coltivate , nei vigneti, senza l'uso di agenti chimici e pesticidi; mentre per quanto riguarda all'interno delle cantine la produzione deve avvenire con un uso molto limitato di solfiti e di prodotti biologicamente certificati. Oltre a ciò la produzione deve avvenire attraverso l'utilizzazione di mezzi e tecniche con lo scopo di prevenire l'aggressione dei parassiti. In parole molto più semplici, i vini biologici sono il risultato di una produzione che favorisce la relazione tra territorio e natura connessa con la purezza e la genuinità dei cibi che consumiamo.

Il vino naturale

Quando parliamo di Vino Naturale facciamo riferimento a quella classe di vini che oltre ad essere prodotto con le principali tecniche naturali basate sull'agricoltura biologica, non vengono aggiunte ulteriori sostanze; stiamo parlando di correttori di acidità, anidridi, solfiti etc. Solitamente i vini naturali non rispettano alcune normative ma molto frequentemente vengono aggiunti altri elementi che ne prevengono la formazioni di ossidi o batteri. Potrebbe capitare che i solfiti vengono aggiunti perché dipenda dalla stagione o dal miglioramento in cantina. La produzione dei vini naturali appartiene a numeri molto molto piccoli, circa 15-20 milioni di litri, rispetto alla produzione di altre tipologie di vino. Questo tipo di vino, inoltre, è prodotto senza nessuna legge o normativa ma la produzione avviene secondo alcune regole dettate proprio da chi li produce.

Il vino biodinamico

Questa tipologia di vino viene prodotto secondo le regole dell'agricoltura biologica e secondo le regole dell'agricolura biodinamica. Infatti non è regolamentato da nessuna normativa specifica ma solo dalla nota associazione Demeter. Secondo questa associazione, l'uva viene coltivata senza l'utilizzo ne di pesticidi e sostanze chimica e senza l'utilizzo di macchinari ma si basa solo sulla produzione biodinamica. Tale produzione segue le disposizioni di Rudolf Steiner, la cui filosofia riprende la teoria antropofisica mediante il quale vi è uno stretto legame sia con la natura che con i suoi ritmi. É proprio questa la motivazione che porta al numero di pratiche e di sostanze molto più ristrette. Bisogna sottolineare però che il vino biodinamico non elimina del tutto i solfiti ma li utilizza in maniera limitata: circa 70 mg per i vini rossi e 90 mg per i vini bianchi e 60 mg per i vini frizzanti.

Il vino “libero”

Dopo che abbiamo elencato tutte le caratteristiche fondamentali del vino biologico, naturale e biodinamico è consono parlare di quella categoria dei vini detti Green. A questa categoria appartengono i vini cosiddetti Liberi. I produttori di questi tipi di vino non seguono le regole di certificazione ma si tratta solo di eliminare quelli che sono i costi aggiuntivi dagli enti. Molte persone si sono chieste quale è l'obiettivo fondamentale di questa associazione e la risposta sta proprio nel dare il via ad un tipo di agricoltura basta sulla sostenibilità e molto favorevole per alcune aziende agricole.

Se sei un appassionato di vini speriamo di aver fatto più chiarezza su questo tema e dato maggior valore a ognuna delle differenti denominazioni. Ora che conosci le differenze tra le varie tipologie di vino che spopolano ormai sempre più nel mercato non ti resta che informarti anche su quelle che sono le differenze tra i vari accessori per il vino e sul loro utilizzo, visitando il sito web accessori-vino.it/ e approfittarne per acquistare i prodotti che fanno al caso tuo a prezzi davvero imbattibili.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Vini italiani

Tradizione e qualità

Sin dall’antichità, l’uomo ha dimostrato di apprezzare le qualità dei vini pregiati, rendendolo assoluto simbolo del buon bere e di convivialità.
Se in epoche remote era considerato come una bevanda accessibile solo ai nobili, esclusiva e prestigiosa, oggi il vino non viene consumato soltanto in tavola, ma anche durante gli aperitivi e le feste per accompagnare formaggi o stuzzichini.
Il vino come fattore di aggregazione È tranquillamente possibi [...]

Continua a leggere

Il paesaggio vitivinicolo del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato

Il paesaggio vitivinicolo del Piemonte Langhe-Roero e Monferrato è stato riconosciuto dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità.
Si tratta di un’area che include sei località situate tra l’Appennino ligure e il fiume Po.
La prima è la Langa del Barolo, conosciuta per i terreni favorevoli alla coltivazione del vitigno Nebbiolo, da cui viene prodotto il vino rosso Barolo.
La seconda località è il luogo dove si trova il castello di Grinzane Cavour, che fu [...]

Continua a leggere

Vini Biologici

Vini biologici del Veneto

Considerato come uno dei maggiori paesi nel mondo produttori di vino, l'Italia è anche uno dei consumatori più importanti di vino biologico, verso cui si è rivolta di recente l'attenzione del consumatore.
La forte richiesta di un vino prodotto in maniera assolutamente naturale ha condotto moltissime aziende a seguire questa strada con risultati molto soddisfacenti.
Infatti, negli ultimi anni la vendita del vino biologico è notevolmente aumentata, [...]

Continua a leggere