Istruzione e Formazione > Corsi

Vuoi scoprire perché il tuo studente si “accontenta” di risultati mediocri?

Ti interessa scoprire perché il TUO STUDENTE si “accontenta” di risultati mediocri ed è spesso nei guai con lo studio? Ti sei accorto come lascia che le opportunità che la vita e la scuola gli offrono, passino oltre, perché preferisce rimanere nella sua piccola zona di comfort? Lo hai sentito pronunciare alcune di queste frasi?

“I prof ce l'hanno con me”, “Sono stanco e non voglio fare a pezzi il mio tempo libero per la sufficienza”, "Prima e durante le verifiche o le interrogazioni mi prende l'ansia", “Per riuscire a scuola devo avere al mio fianco un tutor e/o prendere ripetizioni”, “A scuola non capisco mai, non mi concentro”, “La scuola è una noia e un obbligo”, “Sono timido ed impacciato e a volte mi sento escluso dai compagni”, “La "buona" pagella esce fuori da miliardi di ore sui libri", "Non sono capace, quindi chiedo a mamma di farlo per me", "Sono DSA e quindi...", "Mi hanno rimandato! Devo studiare? Ok ci penserò a fine agosto", "Non ho un metodo di studio", "Chi se ne frega, tanto non è colpa mia", "Se mi bocciano ci sta", "Voglio cambiare scuola, andare in una dove si studia meno", "Ho sbagliato scuola, o facoltà", "Mi ritiro e butto alle ortiche il mio futuro" ecc. ecc.

L’intolleranza, la mediocrità ed i guai che ha con lo studio, sono figli dall'ignoranza e dall'inconsapevolezza tipica dello studente.

Cosa intendo con ciò: che non vuole accettare il proprio ruolo, riconoscere la propria importanza e l'importanza dell'imparare, rifiuta le responsabilità ed evita di diventare il protagonista della propria vita. Così il tuo studente, vittima di queste convinzioni limitanti, è come se fosse vittima di un incantesimo, che lo porta a delegare, a te, alla sorte, ai prof, alla Cabala, ecc., il proprio futuro, i propri bisogni ed i propri desideri. In questo modo, la motivazione, l'entusiasmo ed il benessere lasciano il posto ai “pensieri parassita”, che “imbambolano” il suo entusiasmo e fanno si che si accontenti di essere un mediocre, pur di continuare ad avere i suoi pensieri e la sua volontà ed il suo tempo, anestetizzati dai balocchi tecnologici.

Se lo vuoi davvero aiutare a rompere l'incantesimo, avere successo e gratificazione in quello che fa, aiutalo, o meglio, fagli ingoiare l'antidoto, fagli imparare e poi mettere in atto i sei passi di Studente Vincente.

Eccoli, questi sono i sei passi che usati insieme, permetteranno al tuo studente di rompere l'incantesimo:

Il primo passo è “Pianificare gli obiettivi scolastici”. Se i suoi voti sono in sofferenza, come li vuole trasformare? Fagli scrivere sulla carta, da dove parte e dove vuole andare. Poi digli di entrare nel dettaglio delle varie tappe. Al termine avrà tracciato con accuratezza il suo percorso. A cosa gli servirà? Ogni ragazzo/a ha bisogno di guide, di "paletti", di sapere dove andare. La pianificazione sarà la sua guida il suo faro, così si sentirà protetto e saprà in ogni momento dove sta andando e se davvero sta mantenendo la rotta che si è dato.

Il secondo passo è “Gestire il suo tempo”. Il tempo è la sua risorsa più importante che tutti noi abbiamo, e come studente è importante che inizi a suddividerlo in tre aree diverse: il tempo scuola, il tempo studio a casa, il tuo tempo.

Digli di procurarsi un planning e fagli mettere nero su bianco i suoi impegni extrascolastici, fallo lavorare sempre su più settimane. Fagli scrivere quando avrà le verifiche, le interrogazioni e/o gli esami. In questo modo il suo planning diventerà il suo tutor di apprendimento, il suo assistente fedele, che gli mostrerà sempre come sta usando il suo tempo e non lo lascerà mai in balia degli eventi.

Il terzo passo è “Fare il punto. Farsi i conti in tasca”. Qual è il metodo di studio che utilizza attualmente? E' lo stesso per ogni materia? Quali risultati scolastici gli ha fatto raggiungere? Quanto tempo dedica ora allo studio con il suo metodo? Quanto lo ritiene efficace da uno a cento? Quanto lo soddisfa da uno a cento? 

Il quarto passo è “Costruire e rafforzare il suo sistema per studiare”. Impara come prendere appunti in classe, a fare i ripassi programmati, a trasformare le lezioni in elenchi di parole chiave. È importante che assuma in classe, durante le lezioni o a casa quando studia, la mentalità investigativa di “Sandrino”, deve chiedersi sempre: “chi, che cosa, dove, come, quando”.

Il quinto passo è “Darsi il permesso di farlo”. Significa trovare le risorse, gli strumenti, la motivazione perché possa liberarsi dai “pensieri parassita”. Il Master Studente Vincente è il residenziale che gli

permette di mettere in atto tutte le strategie per liberarsi dalle convinzioni limitanti e per diventare la persona che desidera essere.

Il sesto passo è “Agire!” A questo punto non gli resta che fare! Ha pianificato, ha imparato a gestire il suo tempo, sa chi è, e quali sono le sue risorse, ha messo a punto il suo sistema per imparare, si è dato il permesso di farlo, adesso è fondamentale che metta in pratica tutto quello che ha imparato ed agisca!

Il Sistema di studio Studente Vincente che insegno ai miei Master, è il primo ed unico percorso di crescita personale e modalità di studio in Italia, in grado di liberare dai "pensieri parassita" e di insegnare un modo di studiare che abbia senso per tuo figlio.

Perché funziona il Sistema di studio Studente Vincente? Perché è il risultato di una Didattica Integrata, che va dall'insegnamento delle più efficaci e moderne tecniche di apprendimento, allo sviluppo delle cinque competenze della genialità passando attraverso la conoscenza di sé e dello sviluppo personale.

La sua efficacia e la sua efficienza sono il frutto di una mia intuizione: "Lo studente ottiene maggiori risultati e benessere quando impara come far emergere le SUE risorse e a potenziare le SUE competenze, anziché quando viene motivato a mandar giù tecniche e strategie nuove, o "addestrato" a comportamenti artificiosi"

Durante il Master Studente Vincente, il tuo studente metterà a punto il SUO personale sistema di studio, sceglierà di imparare le tecniche più adatte alla SUA personalità, imparerà ad organizzarsi, a pianificare lo studio, a sviluppare le SUE competenze, imparando a farsi i conti in tasca, a motivarsi, a superare le paure a gestire la rabbia e l'ansia, a decidere e ad agire, prendendosi la responsabilità delle proprie scelte. Tutto in uno!

Dedica un po' della tua energia per convincere il tuo studente ad andare sul mio sito. Leggete insieme le informazioni sul Master Studente Vincente e scoprite qual è la forza della Didattica Integrata? Rendere libero il Genio di ogni allievo!

Se vuoi saperne di più puoi andare sul mio sito www.fabiopreti.com


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Preparazione ai concorsi militari, quando è efficace

Come ci si prepara per dei concorsi militari? Scopriamolo!

Di questi tempi difficili per l’occupazione, la preparazione per i concorsi militari - e non - è diventata molto importante per centrare l’obiettivo prefissato, ovvero trovare lavoro.
Una carriera pubblica, o anche nello specifico un percorso militare, è sicuramente un lavoro molto ambito in questo momento di forte crisi occupazionale, perché rappresenta un lavoro sicuro, stabile e a tempo indeterminato.
La sicurezza di una carriera militare, ad [...]

Continua a leggere

Lo stage serve davvero?

Un articolo di approfondimento sulla questione dello "stage" in Italia

Uno dei principali dilemmi di un giovane neo-laureato o inoccupato è se – proseguendo la propria formazione attraverso un master con stage – ciò possa essere davvero utile per entrare nel mondo del lavoro.
Anche se lo stage non assicura l’assunzione presso l’azienda ospitante, è un’esperienza che in ogni caso permette di conoscere da vicino alcune dinamiche del mondo del lavoro; quindi, in sostanza, l’esperienza dello stage è sempre utile sia per [...]

Continua a leggere

Lavorare in Sicurezza

Sicurezza sul lavoro Terni

Secondo la normativa vigente, il datore di lavoro è tenuto a fare in modo che dirigenti e dipendenti siano adeguatamente formati ed aggiornati in merito ai propri doveri per quanto concerne la salute e la sicurezza sul lavoro.
Per far ciò, è necessario che essi seguano specifici corsi di aggiornamento periodici, che possano fornire loro le nozioni necessarie per garantire l’incolumità e la sicurezza di tutti i lavoratori all’interno degli spazi i [...]

Continua a leggere