Salute e Benessere

Zenzero: alla “radice” dei suoi benefici

Lo zenzero (Zingiber officinale), pianta che dalle origini asiatiche, è ormai da anni entrata nella nostra cucina, in virtù del suo piacevole sapore e della scoperta dell’efficacia dei suoi principi attivi, utilizzati oggi in moltissimi rimedi naturali. La parte utilizzata in tavola e ricca di sostanze benefiche è il rizoma, acquistabile fresco secco o in polvere (la vera e propria spezia).

BENEFICI IN CUCINA     

 

In cucina il rizoma della pianta di zenzero viene utilizzato grattugiato o in polvere, per arricchire i piatti grazie al suo sapore delizioso e leggermente piccante. Tra le ricette più famose a base di questo ingrediente vi sono le famose preparazioni natalizie create con il pan di zenzero (Gingerbread), a forma di omini natalizi o casette innevate. In tavola le proprietà di questa radice si possono sfruttare all’interno di decotti e centrifughe, che grazie ai principi attivi in essa contenuti, aiutano lo stomaco a rilassare i muscoli gastrointestinali e a prevenire i gonfiori e la formazione di gas, rendendo tali bevande degli efficienti digestivi.
Lo zenzero viene utilizzato anche come aromatizzante all’interno di liquori e bibite come nel caso del Ginger ale.


BENEFICI PER LA SALUTE

 

I benefici dello zenzero sulla salute possono essere sfruttati all’interno di integratori alimentari che contengono i suoi principi attivi, come ad esempio i gingeroli.

Il consumo di integratori è raccomandato, dal momento che al loro interno le sostanze benefiche risultano concentrate in quantità tali da agire efficacemente sull’organismo, sono più facilmente assimilabili nel corpo e non sono soggetti a degradazione dovuta alla cottura.

Proprietà accertate

Effetto sulla digestione: lo zenzero possiede l’incredibile capacità di agire sull’apparato digerente favorendo il processo digestivo. Questa radice non solo è in grado di favorire la motilità gastro-intestinale, stimolando le contrazioni muscolari dell’intestino, ma contrasta la formazione dei gas e ne aiuta l’eliminazione.

               
Nausea: per chi abitualmente soffre di nausea in caso di viaggi lunghi in nave, autobus, macchina o aereo, può aiutarsi, mangiando un pezzetto di zenzero o magari una caramella allo zenzero per aiutare ad alleviare la sensazione.

Dolori artritici: recenti studi svolti in Danimarca, hanno evidenziato la capacità dello zenzero di alleviare i dolori artritici.               

Circolazione sanguigna e funzionalità dell’apparato cardiovascolare: lo zenzero apporta benefici al nostro cuore e alla nostra pressione sanguigna.

Dolori mestruali: le sue proprietà anti-infiammatorie lo rendono un antidolorifico naturale in grado di alleviare il dolore mestruale.         .
 

Rimedi tradizionali

Contro il raffreddore e il mal di gola: uno dei classici rimedi della nonna è quello di mangiare un pezzo di zenzero fresco per aiutare ad alleviare il dolore alla gola e il pizzicore al naso, essendo lo zenzero un antidolorifico naturale.


© Fai Informazione by gnubik.itt

Articoli Simili

Armadietti spogliatoio e corretta aerazione

L'importanza di una corretta aerazione per gli armadietti spogliatoio

Gli armadietti spogliatoio, salvo alcuni casi molto particolari, vengono utilizzati per contenere capi di abbigliamento ed effetti personali.
Gli indumenti inseriti, normalmente, sono quelli utilizzati per svolgere il proprio lavoro o un'attività sportiva e per questo motivo non si tratta di abiti sempre puliti.
Proprio per questo motivo è molto importante garantire un minimo di ricircolo d'aria tra l'interno e l'esterno degli armadietti in modo [...]

Continua a leggere

Coperta termica, il regalo di Natale perfetto per i nonni

Il freddo è arrivato e il Natale è alle porte: dunque, è tempo di pensare ai regali da fare! Per i nonni, utilissima è una coperta termica, capace di dare calore non solo di notte – se messa a letto -, ma anche nei momenti di relax in poltrona o semplicemente quando si ha più freddo.
Gli anziani, infatti, tendono ad essere più sensibili degli altri al cambio delle temperature, senza considerare che ci può essere chi sia freddoloso da sempre! Per [...]

Continua a leggere

Anziani e sedentarietà, ecco cosa dice la scienza

Con l'arrivo della terza età, si è più propensi a divenire pigri, magari perché i normali impegni quotidiani sono cambiati rispetto al passato oppure perché talune patologie possono incentivare poco anche l'idea di una semplice passeggiata.
Eppure, il binomio anziani e sedentarietà non è affatto virtuoso, così come conferma uno studio del 2014 operato dalla University College London Medical School.
I risultati dello studio Il campione preso in es [...]

Continua a leggere